Le campagne pubblicitarie online

Le aziende, per comunicare al meglio la propria offerta di servizi e di prodotti, spesso studiano delle campagne pubblicitarie che hanno come principale obiettivo proprio quello di creare consenso presso clienti o potenziali clienti. Alla campagne pubblicitarie “tradizionali”, attivate sui giornali, sui cartelloni per le strade della città, in TV o attraverso attività di volantinaggio, sta diventando sempre più importante affiancare anche campagne pubblicitarie online, ossia sui siti Internet e nei motori di ricerca.

Ormai il web è infatti uno degli strumenti maggiormente utilizzati per ricercare informazioni sui prodotti e sui servizi che si intendono acquistare e sulle aziende stesse. Attraverso, quindi, la pubblicità su Internet le aziende possono far conoscere i propri servizi a potenziali clienti anche se questi non stanno cercando “attivamente” proprio quel servizio. Come, infatti, accade per la pubblicità tradizionale, anche le campagne pubblicitarie online hanno l’obiettivo principale di creare consenso attorno al marchio dell’azienda, nonché quello di trasformare questo consenso in veri e propri atti di acquisto, raggiungendo utenti potenzialmente interessati alla nostra offerta.

Ma quali sono le principali tipologie di campagne pubblicitarie online?

1. Campagne pubblicitarie nei motori di ricerca: queste campagne pubblicitarie puntano a promuovere l’azienda nei risultati di ricerca su Google, su Bing e sugli altri principali motori di ricerca. Questa tipologia di pubblicità su Internet è detta Keywords Advertising (o Search Engine Advertising), proprio perché la pianificazione della campagna pubblicitaria si basa su parole chiave (keywords, appunto) per le quali l’azienda vuole farsi trovare. Queste keywords saranno ovviamente in linea con i prodotti e i servizi che l’azienda vuole promuovere (ad esempio, il lancio di un nuovo prodotto).

2. Campagne pubblicitarie sui Social Network: questa tipologia di pubblicità su Internet punta a promuovere l’azienda sui principali Social Network (Facebook, Twitter); l’azienda paga per avere un annuncio (o più annunci) sponsorizzati nelle pagine principali (home page, barre laterali). Le potenzialità delle campagne pubblicitarie sui Social Network sono tantissime, anche perché si è in grado di segmentare molto il pubblico e raggiungere utenti che sono potenzialmente interessati ai prodotti e ai servizi che l’azienda offre.

3. Campagne pubblicitarie via mail: questa topologia di pubblicità punta a raggiungere destinatari specifici attraverso messaggi pubblicitari che arrivano nella casella di posta elettronica (selezionati precedentemente). È una tipologia di campagna pubblicitaria molto diretta, con diversi vantaggi (tra cui costi relativamente bassi e riscontri immediati), ma anche con alcune criticità (ad esempio, quando i destinatari non hanno autorizzato la ricezione di email da parte di quella specifica azienda e quindi la mail pubblicitaria viene considerata invasiva).

4. Campagne pubblicitarie video: questa tipologia di pubblicità è sicuramente quella più evoluta e attraente (nonché forse la più costosa) attraverso la quale le aziende possono lanciare messaggi pubblicitari video su diversi portali Internet in target con i propri clienti per promuovere i propri servizi e prodotti.

Nella nostra Fattoria Digitale, il lancio di una campagna pubblicitaria online può essere paragonato al momento della semina: avviene in un campo che è già stato preparato (è stato creato un sito web aziendale e gli account sui Social Media), si investe per acquistare (in questo caso si acquista visibilità) e in seguito si raccoglieranno i frutti!

Quello che risulta fondamentale sapere è che oggi le aziende possono – proprio attraverso una corretta pianificazione e gestione delle campagne pubblicitarie online – informare, persuadere e sedurre il pubblico di navigatori web e di trovare e fidelizzare nuovi clienti.